Accessibilità

Denuncia di Deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture

Nei Comuni a bassa sismicità la realizzazione dei lavori è subordinata al deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture redatto dal progettista abilitato . Il progetto deve essere accompagnato da una dichiarazione del progettista abilitato che asseveri il rispetto delle norme tecniche per le costruzioni e delle prescrizioni sismiche contenute negli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica, nonché la congruità fra il progetto esecutivo riguardante le strutture e quello architettonico.

Cos'è
Requisiti e dettagli

Il Comune di Prignano sulla Secchia è classificato ai fini sismici in zona "3"- E' necessario procedere al Deposito Sismici per gli interventi strutturali con rilevanza ai fini sismici. Con Delibera di Giunta Regionale n. 2272/2016 e ss.mm.ii. sono individuati gli interventi privi di rilevanza ai fini della pubblica incolumità ed i casi in cui le varianti riguardanti parti strutturali non rivestono carattere sostanziale, nonché gli elaborati progettuali con cui dimostrare la ricorrenza di tali ipotesi.

Modalità di richiesta
Modulo da compilare e consegnare a sportello; Modulo da compilare e inviare con P.E.C.; Modulo da compilare e inviare con posta cartacea; Servizio on line
Servizio Online

In caso di impianti produttivi di beni e servizi, il modulo di richiesta di autorizzazione sismica e l'eventuale documentazione vanno presentati allo sportello unico per le attività produttive tramite invio telematico utilizzando il portale regionale SuapER, che provvederà a trasmetterli agli uffici competenti.

Come accedere ai servizi online
Autenticazione Federa livello alto
Come ricevere/fornire informazioni aggiuntive

Per integrazioni volontarie relativamente a procedimenti inerenti attività produttive: suap@cert.distrettoceramico.mo.it
Per integrazioni volontarie relativamente a strutture residenziali: contattare l'ufficio del Comune di competenza
Per informazioni sul procedimento: contattare l'ufficio del Comune sede dell'intervento

Tempi e costi
Costi a carico del cittadino / impresa

Dovrà essere effettuato il versamento del rimborso forfettario da effettuarsi prima della presentazione dell'istanza di Deposito.

Una marca da bollo di 16,00 € sulla domanda e una marca da bollo di 16,00 € sul provvedimento finale

Modalità di pagamento

Per gli importi e le modalità di versamento si rimanda al Servizio Sismica dell'Unione del Distretto Ceramico

Responsabili e strumenti di tutela
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

 

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:
60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

 

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione
L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

 

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi
L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

 

Strumenti di tutela amministrativa

Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

Altre informazioni utili
Normativa

G.R. n. 1435/2003
art. 9, comma 1 della LR 19/09