Accessibilità

Carta d'identità

E' un documento rilasciato dal Sindaco del Comune di residenza che serve a dimostrare l'identità personale del suo titolare. Per i cittadini italiani la carta di identità può essere documento valido per l'espatrio. Il titolare della carta deve essere sempre presente al momento del rilascio munito di foto recenti, della vecchia carta o della denuncia di smarrimento della stessa. I minorenni devono essere accompagnati dai genitori. Il periodo di validità dalla carta varia a seconda dell'età dell'interessato al momento del rilascio, la scadenza è indicata sul retro del documento.

Dal 1 GIUGNO 2018 il comune di Prignano S/S e' stato abilitato al rilascio delle CIE (Carta Identita' elettronica) .

 Le carte d’identità in formato cartaceo ed elettronico rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.
Il nuovo documento d'identità ha le dimensioni di una carta di credito e contiene la foto, i dati del cittadino ed elementi di sicurezza per evitarne la contraffazione. 
La CIE è dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell'identità del titolare, compresi elementi biometrici come le impronte digitali, consente l’autenticazione in rete per fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e abilita all’acquisizione di identità digitali sul futuro Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).
Al richiedente viene rilasciato un modulo con il riepilogo dei dati contenente il numero della CIE e la prima parte del PIN e PUK (la seconda parte sarà contenuta nella lettera che verrà spedita dall'Istituto Poligrafico unitamente alla CIE). Si precisa che questo modulo di riepilogo non costituisce un sostitutivo della carta d'identità richiesta.

 

Chi può richiederla
  • cittadini residenti a Prignano sulla Secchia
  • cittadini non residenti a Prignano sulla Secchia, ma dimoranti temporaneamente a Prignano sulla Secchia previo rilascio del nulla osta del Comune di residenza.
Attualmente la carta d'identità elettronica non può essere rilasciata ai cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (AIRE) in quanto il rilascio del documento è subordinato all'allineamento dei dati anagrafici nel sistema dell'Indice Nazionale delle Anagrafi (INA/SAIA).
Per i cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'AIRE verrà rilasciata la carta d'identità in formato cartaceo.

Per richiederla occorrono:

  • Uno fotografia ( recenti su sfondo bianco con orecchie e fronte scoperte ed espressione seria)
  • la carta d’identità scaduta o prorogata oppure un altro documento di riconoscimento valido.
  • Se la carta d’identità è stata rubata o smarrita, serve anche la denuncia di furto o di smarrimento fatta presso i Carabinieri. 
  • Tessera Sanitaria o codice fiscale

 

Rilascio ai minori d'età

 

Per i minorenni serve la firma di assenso di entrambi i genitori ai fini della validità per l'espatrio (di un solo genitore per una carta non valida per l’espatrio); e’ inoltre necessaria la presenza del minore stesso, accompagnato da uno o entrambi i genitori.

 

La sua validità dipende dall’età della persona a cui viene rilasciata:

  • 3 anni da 0 a 3 anni;
  • 5 anni da 3 a 18 anni;
  • 10 anni dai 18 anni.

 

Rilascio ai maggiorenni
Per i cittadini maggiorenni la carta di identità è rilasciata con validità per l'espatrio se gli stessi dichiarino di non trovarsi nelle particolari condizioni.

 

Si precisa che:
• le carte d'identità cartacee o quelle elettroniche già in possesso dei cittadini continueranno ad aver validità sino alla loro naturale scadenza;
• il cambio di residenza o dell'indirizzo non comportano la sostituzione e/o l'aggiornamento della carta d'identità che continua ad avere validità fino alla naturale scadenza (circolare del Ministero dell'Interno n. 24 del 31/12/1992);
• si può procedere alla richiesta di una nuova carta d'identità, a partire da 6 mesi prima della data di scadenza di quella in corso di validità;
• si può procedere alla richiesta di una nuova carta d'identità, anche prima di 6 mesi dalla data di scadenza, solo in caso di furto, smarrimento o deterioramento.

 

Novità Rilascio carta d'identità elettronica (CIE)

 

Per informazioni aggiuntive

Sul sito web; via e-mail; telefonicamente; allo sportello.

Anagrafe

Responsabile: Silvia Fantini

Contatti

Telefono: 0536 892 905 - Fax 0536 893 227
Email: demografici@comune.prignano.mo.it
PEC: comune.prignano@pec.it

Orari

lunedi', martedi' dalle 08.00 alle 13.00
giovedi' dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.30
mercoledi': giorno di chiusura al pubblico
venerdi : giorno di chiusura al pubblico
sabato: dalle 8.00 alle 12.00

Sede

Via M.Allegretti n.216, 41048 Prignano sulla Secchia (MO)

Costi

Il costo della C.I.E e' di € 22,20 e nel caso di duplicato di documento in corso di validità di € 27,00 da versare in contanti

 

Il costo di emissione della carta cartacea e’ di 5,16 Euro da versare in contanti

 

La Carta d'Identità Elettronica come per il passaporto, non è a rilascio immediato. Per questo motivo l’invito ai cittadini è quello di provvedere per tempo al rinnovo del proprio documento di identità perché il Poligrafico dello Stato provvede all’invio del documento (all’indirizzo del richiedente o presso il comune) tramite Posta Raccomandata. 

 

La carta di'identità cartacea verrà rilasciata SOLO ED ESCLUSIVAMENTE in presenza delle ipotesi previste dal Ministero dell’Interno, ossia dietro presentazione di prenotazione di un viaggio, partecipazione a concorsi ossia nei casi in cui non sia possibile attendere l’invio della CIE e si sia sprovvisti di altro documento valido ai fini del riconoscimento o dell’espatrio, ha il costo di 22,20 € da versare al momento della richiesta e non della consegna.

Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:

60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione

L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi

L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

Strumenti di tutela amministrativa

  • Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
  • Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
  • Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Normativa

Testo Unico Leggi di P.S. approvato con R.D. n. 773/1931 e successive modificazioni
DPR n. 1185/1967 e successive modificazioni

Altre informazioni

Quando si rinnova:
Alla scadenza: a partire dal 180° giorno prima della scadenza.

  • In seguito a smarrimento, furto o totale distruzione: occorre fare la denuncia presso la Questura o i Carabinieri conoscendo il numero del documento, che può essere richiesto all'anagrafe.
  • In seguito a deterioramento: occorre portare all'anagrafe la carta di identità deteriorata;
  • In seguito al cambiamento dei seguenti dati personali: nome, cognome, data e luogo di nascita, acquisizione della cittadinanza italiana.
  • Espressione di volontà alla donazione di organi

 

Ulteriori informazioni:

  • Le variazioni di residenza non comportano il rinnovo del documento di identità.
  • Lo stato civile viene indicato sul documento solo se richiesto dall'interessato.
  • La professione non viene più indicata sulla carta d'identità.
  • Se il documento è in scadenza si può richiederne il rinnovo sei mesi prima della data di scadenza stessa.

La validità della carta di identità rilasciata o rinnovata a partire dal 10 febbraio 2012 (dopo l'entrata in vigore del Decreto Legge 9 febbraio 2012, n.5), si estende, rispetto alla scadenza prevista per il documento, fino al giorno e mese di nascita del titolare. Tale disposizione non si applica in caso di proroga.